Image

Spesso si confondono i termini ‘texture' e ‘pattern’ e sovente vengono utilizzati in modo scorretto, in realtà, hanno due significati ben distinti, vediamoli insieme.

 

Cos’è una texture?

Come recita WikipediaIl termine  texture  indica l'alterazione visiva e/o tattile della continuità di una superficie, come anche l'insieme delle variazioni cromatiche e morfologiche possedute da qualsiasi materiale presente nella realtà. Una "texture" è definita come la qualità visibile e tattile della superficie di un oggetto, che sia liscio, rugoso, morbido o duro, ed è essenzialmente un effetto visivo che aggiunge ricchezza e dimensione a una qualunque composizione.

Le texture sono quindi tutte quelle superfici che hanno una trama visiva o tattile come ad esempio il legno, il tessuto, un muro di pietra, un pavimento di piastrelle, la sabbia, la carta, etc. Siamo costantemente a contatto con texture diverse ogni giorno, spesso senza rendercene conto: i vestiti che indossiamo,  la carta su cui scriviamo, la strada su cui camminiamo, la panchina dove ci sediamo.

Soprattutto nel nostro lavoro dobbiamo essere molto attente alle texture. A livello tattile, per esempio la scelta della carta su cui andremo a stampare un determinato progetto, provocherà una sensazione differente: se è liscia l'impressione sarà più fredda e artificiale, se è ruvida trasmetterà naturalità e calore. A livello visivo, la scelta di un immagine come texture di una comunicazione deve essere fatta per trasmettere le sensazioni giuste: uno sfondo legno piuttosto che uno sfondo metallico, rispettivamente se si parla di un agriturismo in campagna o di una lattoneria.

Nella progettazione grafica la texture è generalmente solo una cosa visiva, ma se usata bene crea quell’illusione che rende un impaginato ‘parlante’, ovvero che stimola la sensazione giusta a chi lo guarda.

Le texture possiamo suddividerle in due grandi gruppi:

01. texture naturali
Comprendono elementi che troviamo appunto in natura, come l'aspetto fresco dell'erba o la ruvidità di una corteccia, la delicatezza di un fiore o la fredda pietra di montagna. Implementare elementi naturali in un lavoro di design infonde vitalità, energia e calore all'immagine nel suo complesso.

Image

02. texture artificiali
Comprendono una vasta gamma di immagini di oggetti fabbricati dall'uomo in alcuni casi ispirate al mondo surreale. Tessuti, carta, metallo o superfici murali creano una gamma infinita di immagini di texture che possono esprimere le più svariate sensazioni.

Image

L'uso delle texture è uno degli strumenti più potenti per la creazione di una comunicazione avvincente, possono evocare emozioni e portare vita a qualsiasi progetto.

 

Cos'è un pattern?

Un pattern è un'immagine formata dalla combinazione di forme e colore, un motivo o un disegno che si ripete secondo una simmetria e un ordine. I pattern possono essere semplici o complessi, ma a differenza delle texture, essi appaiono molto più strutturati e richiamano il senso della vista piuttosto che reazioni emozionali.

In grafica il pattern diventa uno strumento fondamentale, aiuta a creare equilibri e genera piacere estetico.

Si può usare come sfondo, integrarlo con delle immagini per renderle uniche oppure usarlo come elemento grafico principale per dare forza e carattere alla nostra comunicazione.

Il pattern è formato da un modulo che si ripete [all’infinito]. Pensiamo ad esempio alla stampa di un tessuto o carta da parati, la fantasia che andremo a stampare deve potersi ripetere per fare in modo che copra tutta l’area da stampare.

Image

Nel mondo digitale invece se abbiamo un pattern sullo sfondo della nostra pagina web deve essere modulare per permettere di visualizzarlo correttamente a seconda del tipo di supporto utilizzato [computer, cellulare, tablet].

Se ti guardi intorno troverai una marea di pattern intorno a te: il copriletto, la cover dell’agenda, l’app che hai scaricato…

Che siano cerchi, ananas, linee o fiori, se si ripetono in modo simmetrico, ecco quello è un pattern! Ne esistono di ogni tipo e se ne possono creare all’infinito, ci vuole solo molta fantasia. Dai più complessi e articolati ai più semplici e minimal [i miei preferiti], con i più svariati stili. Ecco perché a qualsiasi tipo impaginazione si può abbinare un pattern, l’importante è che sia coerente con la tua comunicazione.

Image

I pattern li troviamo anche nell’architettura, spesso all’interno o all’esterno degli edifici notiamo dei motivi che li rendono esteticamente più belli. Già nell’antichità si usava impreziosire le costruzioni con linee e spirali.

Adobe Illustrator è essenziale per la creazione di un pattern corretto e preciso, da poco è stato inserito anche un nuovo strumento [opzioni pattern] con il quale si riesce a creare il pattern in modo veloce, con la possibilità di poterlo modificare in qualsiasi momento.

L’unica regola che mi sento di darvi per la creazione di un pattern è che non ci sono regole, divertitevi e sbizzarritevi.

Dai un'occhiata al nostro portfolio e scopri come utilizziamo le texture e i patter nel nostro lavoro.

 

 

 

 

 


 

 

Image

Spesso si confondono i termini ‘texture' e ‘pattern’ e sovente vengono utilizzati in modo scorretto, in realtà, hanno due significati ben distinti, vediamoli insieme.

 

Cos’è una texture?

Come recita WikipediaIl termine  texture  indica l'alterazione visiva e/o tattile della continuità di una superficie, come anche l'insieme delle variazioni cromatiche e morfologiche possedute da qualsiasi materiale presente nella realtà. Una "texture" è definita come la qualità visibile e tattile della superficie di un oggetto, che sia liscio, rugoso, morbido o duro, ed è essenzialmente un effetto visivo che aggiunge ricchezza e dimensione a una qualunque composizione.

Le texture sono quindi tutte quelle superfici che hanno una trama visiva o tattile come ad esempio il legno, il tessuto, un muro di pietra, un pavimento di piastrelle, la sabbia, la carta, etc. Siamo costantemente a contatto con texture diverse ogni giorno, spesso senza rendercene conto: i vestiti che indossiamo,  la carta su cui scriviamo, la strada su cui camminiamo, la panchina dove ci sediamo.

Soprattutto nel nostro lavoro dobbiamo essere molto attente alle texture. A livello tattile, per esempio la scelta della carta su cui andremo a stampare un determinato progetto, provocherà una sensazione differente: se è liscia l'impressione sarà più fredda e artificiale, se è ruvida trasmetterà naturalità e calore. A livello visivo, la scelta di un immagine come texture di una comunicazione deve essere fatta per trasmettere le sensazioni giuste: uno sfondo legno piuttosto che uno sfondo metallico, rispettivamente se si parla di un agriturismo in campagna o di una lattoneria.

Nella progettazione grafica la texture è generalmente solo una cosa visiva, ma se usata bene crea quell’illusione che rende un impaginato ‘parlante’, ovvero che stimola la sensazione giusta a chi lo guarda.

Le texture possiamo suddividerle in due grandi gruppi:

01. texture naturali
Comprendono elementi che troviamo appunto in natura, come l'aspetto fresco dell'erba o la ruvidità di una corteccia, la delicatezza di un fiore o la fredda pietra di montagna. Implementare elementi naturali in un lavoro di design infonde vitalità, energia e calore all'immagine nel suo complesso.

Image

02. texture artificiali
Comprendono una vasta gamma di immagini di oggetti fabbricati dall'uomo in alcuni casi ispirate al mondo surreale. Tessuti, carta, metallo o superfici murali creano una gamma infinita di immagini di texture che possono esprimere le più svariate sensazioni.

Image

L'uso delle texture è uno degli strumenti più potenti per la creazione di una comunicazione avvincente, possono evocare emozioni e portare vita a qualsiasi progetto.

 

Cos'è un pattern?

Un pattern è un'immagine formata dalla combinazione di forme e colore, un motivo o un disegno che si ripete secondo una simmetria e un ordine. I pattern possono essere semplici o complessi, ma a differenza delle texture, essi appaiono molto più strutturati e richiamano il senso della vista piuttosto che reazioni emozionali.

In grafica il pattern diventa uno strumento fondamentale, aiuta a creare equilibri e genera piacere estetico.

Si può usare come sfondo, integrarlo con delle immagini per renderle uniche oppure usarlo come elemento grafico principale per dare forza e carattere alla nostra comunicazione.

Il pattern è formato da un modulo che si ripete [all’infinito]. Pensiamo ad esempio alla stampa di un tessuto o carta da parati, la fantasia che andremo a stampare deve potersi ripetere per fare in modo che copra tutta l’area da stampare.

Image

Nel mondo digitale invece se abbiamo un pattern sullo sfondo della nostra pagina web deve essere modulare per permettere di visualizzarlo correttamente a seconda del tipo di supporto utilizzato [computer, cellulare, tablet].

Se ti guardi intorno troverai una marea di pattern intorno a te: il copriletto, la cover dell’agenda, l’app che hai scaricato…

Che siano cerchi, ananas, linee o fiori, se si ripetono in modo simmetrico, ecco quello è un pattern! Ne esistono di ogni tipo e se ne possono creare all’infinito, ci vuole solo molta fantasia. Dai più complessi e articolati ai più semplici e minimal [i miei preferiti], con i più svariati stili. Ecco perché a qualsiasi tipo impaginazione si può abbinare un pattern, l’importante è che sia coerente con la tua comunicazione.

Image

I pattern li troviamo anche nell’architettura, spesso all’interno o all’esterno degli edifici notiamo dei motivi che li rendono esteticamente più belli. Già nell’antichità si usava impreziosire le costruzioni con linee e spirali.

Adobe Illustrator è essenziale per la creazione di un pattern corretto e preciso, da poco è stato inserito anche un nuovo strumento [opzioni pattern] con il quale si riesce a creare il pattern in modo veloce, con la possibilità di poterlo modificare in qualsiasi momento.

L’unica regola che mi sento di darvi per la creazione di un pattern è che non ci sono regole, divertitevi e sbizzarritevi.

Dai un'occhiata al nostro portfolio e scopri come utilizziamo le texture e i patter nel nostro lavoro.

 

 

 

 

 


 

 

Contatti

Contattaci per una consulenza gratuita. Oppure mandaci un ciao. Seguici su Facebook, Instagram, Behance.

Via Scaglia 4B - 13900 Biella
+39 015 099 12 60
+39 015 099 12 98

Copyright © 2016 - Peperosa di Tessa Cerruti & C. snc - Via Scaglia, 4/B - 13900 Biella (BI) - info@pec.peperosadesign.it
Registro delle Imprese di Biella coincidente con il codice fiscale 02389890027 | REA 188228 | Capitale sociale € 20.000,00 i.v.

ASSOCIATE A: UNIONE INDUSTRIALE BIELLESE

Privacy Policy

Credits
FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO TOMIELLO - TESTI DI FILIPPO LORO - SITO WEB REALIZZATO DA DANIELE COMELLO e DAVIDE DALLA MORA
Hai un progetto? Anche noi: renderlo unico. Scrivici per un incontro o un’idea di budget.
info@peperosadesign.it

Questo sito utilizza i cookie. Cliccando su consenti, fornisci il consenso all'utilizzo dei cookie.